“Downsizing”, diretto da Alexander Payne (“Sideways”, “Paradiso amaro”, “Nebraska”) e interpretato da Matt Damon, Christoph Waltz, Hong Chau e Kristen Wiig, è il film di apertura, in Concorso, della 74. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Il film segue le avventure di Paul Safranek (Matt Damon), un uomo ordinario di Omaha che, insieme alla moglie Audrey (Kristen Wiig), sogna una vita migliore. Per rispondere alla crisi mondiale causata dalla sovrappopolazione, gli scienziati hanno sviluppato una soluzione radicale che permette di rimpicciolire gli essere umani a pochi centimetri d'altezza. Le persone presto scoprono che i loro risparmi valgono di più in un mondo più piccolo e, con la promessa di uno stile di vita lussuoso oltre ogni loro aspettativa, Paul e Audrey decidono di correre il rischio di sottoporsi a questa pratica controversa, imbarcandosi in un'avventura che cambierà le loro vite per sempre. Un film di fantascienza ambientalista, “ottimista e pessimista insieme”, osserva Payne. Nei credits compare la scenografa Stefania Cella, abituale collaboratrice di Paolo Sorrentino.