La Russia ha proposto di creare una piattaforma di ricerca per il settore energetico da condividere tra gli Stati BRICS. Lo ha annunciato il ministro dell'Energia della Federazione, Alexander Novak, il quale sta attualmente partecipando al vertice BRICS in Cina nella delegazione di Mosca guidata dal presidente Vladimir Putin. "la parte russa ha sottolineato l'importanza di rafforzare il dialogo energetico tra i cinque paesi BRICS e ha proposto di creare una piattaforma per la ricerca energetica del formato, che comporterà scambi settoriali, analitici e scientifici", ha dichiarato il ministro. Il vertice BRICS di tre giorni a Xiamen è comincoato domenica. L'evento si svolge in un nuovo formato "Plus". Accanto ai leader delle cinque nazioni del blocco - Russia, Cina, Brasile, Sudafrica e India - ne partecipano altrettante, che sono al di fuori: Egitto, Messico, Thailandia, Guinea e Tagikistan.

Russia has proposed to create a research platform for the energy sector to be shared among the BRICS states, the Russian Energy Ministry said Monday. Russian Energy Minister Alexander Novak is currently attending the ongoing BRICS summit in China as part of the country's delegation led by President Vladimir Putin. "The Russian side has stressed the importance of strengthening energy dialogue among the five [BRICS] countries, and proposed to create a platform for BRICS energy research, which will entail sectoral, analytical and scientific exchanges," the ministry said. The three-day BRICS summit in China's Xiamen kicked off on Sunday. The event is being held in a new so-called BRICS Plus format, with leaders of such non-BRICS countries as Egypt, Mexico, Thailand, Guinea and Tajikistan also taking part in the summit alongside the leaders of the five BRICS nations: Russia, China, Brazil, South Africa and India.