Il ministro degli Esteri della Federazione, Sergey Lavrov, ha affermato durante una conversazione telefonica con il segretario di Stato americano Rex Tillerson che la Russia si oppone a qualsiasi escalation della situazione sulla penisola coreana. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri russo in una nota. "Lavrov si è decisamente opposto all'escalation delle tensioni militari nell'Asia nordorientale e ha sottolineato che gli strumenti politici e diplomatici di soluzione pacifica della crisi devono essere preferiti", si legge nel testo in cui si sottolinea che Lavrov ha anche invitato le parti coinvolte ad esercitare moderazione. La conversazione è avvenuta diversi giorni dopo che la Corea del Nord ha dichiarato di aver testato con successo una bomba a idrogeno, che potrebbe essere montata su un missile balistico intercontinentale (ICBM).

Russian Foreign Minister Sergey Lavrov said on Tuesday during a phone conversation with US Secretary of State Rex Tillerson that Russia opposed any escalation of the situation on the Korean peninsula, the Russian Foreign Ministry said in a statement. "Lavrov decisively opposed the escalation of military tensions in Northeast Asia. He pointed out that the political and diplomatic tools of peaceful settlement must be preferred," the statement said. Lavrov also called on the parties involved to exercise restraint. The conversation came several days after North Korea said that it had successfully tested a hydrogen bomb that could be loaded on an intercontinental ballistic missile.