Circa 72 tonnellate di rifiuti speciali, in prevalenza parti meccaniche di autoveicoli, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza a Napoli. Quattro persone, tutte straniere, sono state denunciate alla magistratura. L'indagine ha avuto inizio quando nel porto di Napoli i finanzieri hanno bloccato un furgone sbarcato da una nave proveniente dalla Sicilia. All'interno del veicolo c'erano parti meccaniche di motori di auto e lamiere. Successivamente i militari del II Gruppo di Napoli hanno individuato l'area dove il furgone era diretto e hanno sorpreso altri tre stranieri che stavano scaricando da un altro furgone altri rifiuti speciali per trasferirli in un container. Ora gli investigatori stanno lavorando per accertare la destinazione finale dei rifiuti sequestrati. Sono stati sequestrati i due furgoni, oltre a quattro container.