“Dal comunicato stampa della Presidenza della Unione Europea in merito alla riunione informale dei Ministri dell’Agricoltura, riunitisi oggi per fare il punto sulla emergenza della contaminazione delle uova da Fipronil,  sembra non essere emerso nulla di significativo, nessun approfondimento sulla reale estensione del fenomeno, né sui tempi e sui modi di quanto accaduto. Ci piacerebbe sapere se, oltre al contraccolpo che tale evento può avere e potrà avere sulla catena produttiva, problema certamente importante, si è discusso anche di quali strategie mettere in atto per evitare che simili episodi abbiano a ripetersi. Vorremmo credere che questo incontro non sia stato inutile, come invece temiamo visto che la discussione viene posticipata a fine settembre e al prossimo Consiglio dei Ministri. ” Interviene così in una nota la deputata Silvia Benedetti riguardo il meeting europeo sulla agricoltura svoltosi a Tallin dal 3 al 5 settembre.



“Ci si aspettava, data l’importanza della discussione, la presenza del Ministro Martina, a cui avevo SEGNALATO anche una serie di punti da portare alla discussione come modesto contributo. Apprendo invece che il Ministro non è andato e di certo non è un segnale incoraggiante, anche in virtù del fatto che il Governo che egli rappresenta ha una qualche responsabilità sull’accaduto, non avendo ancora emanato il decreto per attuare la norma che regolamenta il commercio on line di fitosanitari.” Prosegue la deputata.

“Vorremmo sapere quali sono state le proposte avanzate dall’Italia, paese direttamente coinvolto dalla problematica e rappresentato da Olivero,  in merito alle azioni urgenti da mettere in campo per la tutela della salute.”