Il presidente russo Vladimir Putin ha ridicolizzato oggi gli Stati Uniti per aver posto la Russia sulla stessa lista delle sanzioni come la Corea del Nord e l'Iran e poi chiedendo a Mosca di unire gli sforzi in un nuovo turno di sanzioni contro Pyongyang. "Certo – ha detto Putin ai giornalisti rispondendo a una domanda sull’appello dei paesi occidentali a fare pressione su Pyongyang in considerazione della recente legge statunitense che impone sanzioni all'Iran, alla Corea del Nord e alla Russia -, è ridicolo metterci in una lista di sanzioni con la Corea del Nord e poi chiedere loro di aiutarli con sanzioni esercitate contro la Corea del Nord". Il leader russo ha aggiunto che era difficile comunicare con persone che "confondono l'Austria con l'Australia".

Russian President Vladimir Putin on Tuesday ridiculed the United States for placing Russia on the same sanctions list as North Korea and Iran and then asking Moscow to join efforts in a new round of sanctions against Pyongyang. "Of course, it is ridiculous to put us on one sanctions list with North Korea and then to ask to help them with sanctions exercises against North Korea," Putin told reporters answering a question about calls of the Western countries to put pressure on Pyongyang taking into consideration the recent US law imposing sanctions on Iran, North Korea and Russia. The Russian leader added that it was difficult to communicate with people who "confuse Austria with Australia."