Tentato omicidio, danneggiamento aggravato e porto e detenzione illegale di armi. Con queste accuse è stato arrestato, dai carabinieri della compagnia di Gioia Tauro, Salvatore Zungri, pregiudicato di 23 anni. Secondo quanto ricostruito dai militari, l’uomo avrebbe esploso alcuni colpi d’arma da fuoco contro un abitazione a Feroleto della Chiesa il cui proprietario ha segnalato l’episodio al 112. Sul posto si sono recati i carabinieri della locale stazione, unitamente a quelli dei comandi limitrofi e del nucleo operativo radiomobile di Gioia. I militari hanno rinvenuto sul luogo del crimine diversi bossoli calibro 9x21 che erano stati esplosi a distanza ravvicinata e ad altezza d’uomo danneggiando financo l’interno dell’abitazione oltre che l’autovettura della vittima. Grazie agli elementi raccolti sul luogo del delitto e da quanto emerso dalla visione di alcune immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti in zona, i carabinieri hanno individuato il presunto autore e hanno avviato le ricerche del l’uomo. Dopo qualche minuto, il 23enne veniva rintracciato e tratto in arresto nei pressi della sua abitazione nel Comune di Laureana di Borrello. L’uomo, espletate le formalità di rito, è stato dunque tradotto nel carcere di Palmi e sottoposto ad interrogatorio di garanzia da parte dell’autorità giudiziaria di Palmi che ne ha convalidato l’arresto.