Come nasce una storia dell’Uomo Ragno? Chi scrive le divertenti avventure di Topolino e Paperino? E chi disegna e colora le fantastiche azioni di supereroi come Batman, Wonder Woman e gli Avengers? I più famosi fumettisti italiani sono pronti a rispondere a queste e a molte altre domande a “Rapalloonia 2017”, la 45a edizione della Mostra Internazionale dei Cartoonists, che si svolgerà a Rapallo (Genova) dal 30 settembre all’8 ottobre prossimi. Appassionati e collezionisti di fumetti potranno incontrare personalmente più di 50 autori, disegnatori e sceneggiatori, tra cui Giuseppe Camuncoli (Batman, Spider-Man), Giulio De Vita (Tex, Thorgal), Enrico Marini (Le Aquile di Roma, Lo Scorpione, Batman) e Sio (Topolino, e famoso youtuber sul canale Scottecs). Ci saranno anche Mirka Andolfo (Sacro/Profano, Contronatura, Wonder Woman) e Theo (Il papa terribile, Murena), autori del manifesto ufficiale di “Rapalloonia 2017”. Sarà possibile visitare una vasta esposizione di tavole originali, con anche uno spazio dedicato ai 50 anni di carriera del grande maestro Giorgio Cavazzano. La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale “Rapalloonia!” in collaborazione con il Comune di Rapallo, è una delle più antiche in Italia nel settore dei comics ed ha lo scopo di divulgare e valorizzare il lavoro dei fumettisti.

Titolo dell’edizione di quest’anno è “Pennelli in fuga. Gli artisti italiani nel mondo”. Il programma prevede per sabato 30 settembre la cerimonia di inaugurazione presso il Teatro Auditorium delle Clarisse. Nel weekend, seguirà una due-giorni di incontri ed eventi, tra cui panel con autori e disegnatori e sessioni di firme su disegni originali che saranno stampati per l’occasione e distribuiti al pubblico. In programma anche sessioni di “portfolio review”, in cui aspiranti fumettisti potranno incontrare editor di importanti case editrici italiane ed internazionali per mostrare i propri lavori. La mostra delle tavole originali sarà allestita all’interno dello storico Castello sul Mare e sarà visitabile fino all’8 ottobre (ingresso gratuito). La sera del 30 settembre si svolgerà anche la tradizionale “Cena dei Cartoonists”, durante la quale saranno assegnati a due disegnatori e ad uno sceneggiatore i “Premi U Giancu” (statuette del “Pulcinella Bianco”, appositamente disegnato dal compianto Lele Luzzati) e il “Premio Rapalloonia!” a una “promessa” del mondo del fumetto. Ulteriori informazioni sulla pagina Facebook di “Rapalloonia”.

“Rapallo torna ad essere capitale dei fumetti grazie a quella che è una delle manifestazioni più longeve e apprezzate nel cartellone degli eventi rapallese”, ha detto Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo. “Un primato e una continua crescita che oggi portano la Mostra Internazionale dei Cartoonists, giunta al traguardo della quarantacinquesima edizione, ad essere un punto di riferimento per addetti ai lavori e appassionati di fumetti di tutto il mondo”. “Uno degli obiettivi principali del mio mandato è quello di potenziare il turismo culturale”, ha commentato Elisabetta Lai, assessore al Turismo del Comune di Rapallo. “In questo contesto rientra pienamente la Mostra Internazionale dei Cartoonists, che da decenni richiama addetti ai lavori, appassionati di fumetti e curiosi. L'impegno è pertanto quello di valorizzare iniziative come questa, che da anni portano, con grande merito, il nome di Rapallo nel mondo”.

“Ci prepariamo a celebrare un importante anniversario con questa quarantacinquesima edizione della nostra manifestazione”, ha dichiarato Davide G.G. Caci, presidente dell’associazione ‘Rapalloonia!’. “Il tema di quest’anno è dedicato a quegli autori e artisti italiani che hanno avuto successo all’estero. Negli ultimi anni, infatti, si è affermata una generazione di nuovi cartoonists che, grazie a personalità autoriale e grande talento, sono riusciti ad imporsi sui mercati internazionali, sia nelle produzioni ‘indipendenti’ che nelle fila delle grandi major americane come Marvel e DC Comics. La nostra Mostra metterà in luce questa nuova ondata di talenti, ma anche i grandi nomi che ne sono stati i precursori”.