"Secondo me non si vuole affrontare il problema alla radice. Siamo come al solito di fronte al Governo degli annunci. In questo caso dicono agli italiani che stanno facendo qualcosa per contrastare la ludopatia ma tecnicamente non danno gli strumenti per poter lavorare" Così commenta con IL VELINO Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega nord al Senato, il ritardo da parte del Governo nel fornire i parametri tecnici per la sostituzione delle awp con nuovi apparecchi da controllo remoto. Sostituzione che, secondo il testo dell’accordo Stato-Regioni siglato la settimana scorsa in Conferenza Unificata, dovrà essere portata a termine entro il 2019. "Penso che segnaleremo il problema rilevato anche da diverse associazioni che sul territorio contrastano la ludopatia".

Per quanto riguarda l’accordo per il riordino del settore del gioco d’azzardo Centinaio ritiene che si tratti di un "accordo timido". "Non vedo - dice - da parte del Governo una presa di posizione forte come sui vaccini. Noi avevamo fatto una proposta: mettere macchinette che prevedono l'inserimento della tessera sanitaria e sulla tessera sanitaria c'è scritto se sei ludopatico o minorenne. E se lo sei automaticamente le macchinette si chiudono. Ma qui non vedo nulla di concreto, a parte gli annunci, per porre un freno al gioco d'azzardo".