"Il femminicidio consumato in provincia di Lecce è particolarmente raccapricciante. La giovane età dell'assassino e della vittima confermano che l'educazione delle famiglie e della scuola sono fondamentali per invertire questa orribile catena di delitti. Alla famiglia di Nora va tutta la nostra vicinanza e solidarietà", lo afferma la senatrice Pd Francesca Puglisi, presidente della commissione parlamentare contro il femminicidio. Il corpo di Noemi Durini è stato trovato dai carabinieri a dieci giorni dalla scomparsa (il 3 settembre scorso). È stato il fidanzato 17enne, indagato dalla Procura per i minorenni per omicidio volontario, dopo aver confessato il delitto, a condurre i carabinieri nella campagna dove il cadavere era nascosto tra i sassi. Il corpo della 16enne era stato nascosto all’interno di un pozzo e parzialmente nascosto sotto pochi sassi. Il cadavere è stato rinvenuto nel comune di Castrignano del Capo, località San Giuseppe, in una campagna adiacente alla strada provinciale per Santa Maria di Leuca. I genitori della giovane sono stati colti da malore. Intanto, “la Lega presenterà una proposta di legge al fine di eliminare gli automatismi previsti dal codice penale sulla riduzione di pena per minorenni con riferimento a reati particolarmente efferati”, lo annunciano il segretario della Lega Matteo Salvini e il vice capogruppo alla Camera Nicola Molteni.