La legge elettorale approderà in Aula della Camera entro la fine di settembre “ove concluso” l’iter in commissione. È quanto è emerso dalla riunione della Capigruppo di Montecitorio. Questo scenario sarà possibile, però, solo se la commissione Affari costituzionali riuscirà a trovare un accordo attorno a un testo condiviso da una maggioranza qualificata. Nei prossimi giorni, intanto, la presidente Laura Boldrini verificherà con i tecnici della Camera, attraverso “opportuni approfondimenti”, se è percorribile la strada del cosiddetto “lodo Brunetta”, che introdurrebbe la norma che ha abolito i collegi uninominali nel Trentino Alto-Adige solo dalle elezioni successive a quelle che si terranno nel 2018.