Prosegue anche ad agosto la corsa dell’auto in Europa (Ue+Efta). Secondo Acea il dato agostano fissa la crescita a +5,5%, con un incremento negli 8 mesi pari al 4,4%, con oltre 10,5 milioni di pezzi venduti. Dati positivi ma lontani dalla performance italiana, che cresce più di tutti sia nell’ultimo mese (+15,8%) che sul parziale da gennaio (+9,1%). Per il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi: “Il risultato dell’automotive italiano è importante, avvicina il settore ai livelli pre-crisi e soprattutto è sempre più decisivo per il rilancio del nostro Paese. Lo dicono i numeri Istat rilasciati pochi giorni fa sulla produzione industriale (+9,1% il comparto auto), con i beni strumentali a +5,9%. In Italia – ha proseguito il presidente dei concessionari italiani – le vendite nei primi 8 mesi dell’anno (+9,1%) viaggiano a velocità più che doppia rispetto alla media europea, con performance tripla rispetto a Germania (+2,9%) e doppia sulla Francia (+4,2)”.