La Guardia di Finanza di Trento ha sgominato una banda internazionale di truffatori che proponevano falsi investimenti in siti online di scommesse sportive. La banda attuava le classiche truffe piramidali (il c.d. “schema Ponzi”), nelle cui maglie sono capitati un centinaio di ignari cittadini italiani cui sono stati sottratti circa 2,5 milioni di euro. Nel corso delle indagini, effettuate in collaborazione con le Forze di polizia francese e portoghese, la Guardia di Finanza ha denunciato sette persone, tre delle quali italiane. Il cervello della banda, un portoghese di cinquantasei anni, è stato arrestato in Francia dalla polizia locale. Sequestrati 2,4 milioni di euro tra contanti, conti correnti e proprietà immobiliari a carico dei tre cittadini italiani complici dei truffatori.