Il candidato premier del Movimento 5 stelle sarà anche il capo politico del movimento e prenderà perciò il posto del fondatore Beppe Grillo. E' una delle regole pubblicate sul blog di Grillo in vista delle elezioni politiche. La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata per lunedì 18 settembre mentre l'annuncio dei risultati è atteso tra il 23 e il 24 settembre, in concomitanza con la consueta kermesse Italia a 5 stelle a Rimini. "In vista delle prossime elezioni politiche - si legge sul blog -, riteniamo opportuno che il candidato premier e designando capo della forza politica, che depositerà il programma elettorale sotto il simbolo del Movimento 5 Stelle, venga scelto con una votazione online svolta tra gli iscritti al sito www.movimento5stelle.it e abilitati ad accedere a Rousseau". Potrà proporsi come candidato premier del M5s chi ha già svolto un mandato da portavoce nell'ambito delle varie istituzioni nazionali o locali e chi, tra l'altro, non ha un contenzioso con il M5s e Beppe Grillo. Ma per i parlamentari del Pd si tratta solo di "buffonarie" e il senatore Stefano Esposito fa notare che "si possono candidare pure gli indagati", purché dichiarino di esserlo. Intanto, la deputata Roberta Lombardi annuncia che si candiderà alle 'Regionarie' del Lazio. "Alla luce del lavoro svolto finora - spiega - , ho deciso di mettermi in gioco e di candidarmi. Ci sono e ci metto la faccia, perché dopo Roma, c'è un intero sistema da scardinare anche nel Lazio e questa è la nostra occasione, non possiamo più perderla". Ma il deputato del Pd Marco Miccoli avverte: "Attenzione cittadini, non vi fate ingannare: Lombardi è una Raggi bionda. Abbiamo già dato".