Cittadino ucraino si reca negli uffici della Questura a napoli, ma ha una bomba da fucile anticarro nello zaino. Gli agenti della Polizia di Stato - ha chiarito in una nota la Questura  -  stamane, presso l’Ufficio Immigrazione, hanno fermato un cittadino di nazionalità ucraina, senza fissa dimora di anni 35,  che si era recato presso gli uffici della Questura per richiedere asilo politico. Nello specifico l’uomo è stato notato dai poliziotti mentre effettuava delle fotografie. I poliziotti, insospettiti da tale atteggiamento, lo hanno fermato e a seguito di un approfondito controllo sulla persona e su uno zaino è stato trovato in possesso di una bomba da fucile anticarro, di produzione italiana ad uso esercitazione militare priva di cartuccia di lancio e carica esplosiva e, pertanto, assolutamente  inoffensiva. Gli agenti della Digos immediatamente intervenuti sul posto hanno verificato la sua posizione di cittadino irregolare sul territorio nazionale è già gravato da due provvedimenti di espulsione. Non risultano precedenti penali a suo carico. Il Questore di Napoli tiene ad evidenziare che, allo stato, si esclude assolutamente qualsiasi collegamento di matrice eversiva o terroristica e si valuterà anche la tenuta del suo profilo psicologico.