"Parecchi paesi hanno detto di condividere lo spirito e il contenuto della lettera" sulla Web Tax sottoscritta da Francia, Germania, Italia e Spagna. Lo ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan in un incontro con la stampa a margine dell'Ecofin a Tallin.  "Siamo ancora in una fase di studio - ha spiegato Padoan -. Non siamo ancora entrati nel merito tecnico. La tassazione dell'economia digitale è molto complicata dal punto di vista politico e tecnico e la proposta avanzata è una possibile base" su cui i Paesi della Ue potranno lavorare. Padoan ha spiegato che è stato dato "mandato alla commissione di lavorare su queste ipotesi e fare una proposta entro fine anno".   Il ministro ha poi detto che in Italia "stiamo lavorando a ipotesi efficaci di tassazione di questo segmento di mercato in cui operano i 'colossi'". In merito alla legge di bilancio il ministro dell'Economia ha poi ribadito che "le misure a favore di giovani sono una priorità del governo" e ha aggiunto di aver avuto un incontro con il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis "in cui abbiamo scambiato idee sullo stato dei lavori della nota di aggiornamento al Def e sul processo di integrazione dell'Unione monetaria".