Enel, attraverso la controllata per le rinnovabili Enel Green Power Brasil Participações Ltda. ("EGPB"), ha avviato la produzione di 546 MW di impianti solari fotovoltaici in Brasile, con i parchi Ituverava (254 MW) e Nova Olinda (292 MW), i due più grandi parchi fotovoltaici attualmente in esercizio in Sud America. Ituverava si trova nella municipalità di Tabocas do Brejo Velho nello stato nord-orientale di Bahia, mentre Nova Olinda si trova a Ribeira do Piauí, nello stato di Piauí, nel nord-est del Brasile. “L’entrata in servizio di Nova Olinda e Ituverava segna un passo decisivo nella nostra presenza in Brasile, confermando la leadership nel mercato fotovoltaico del Paese, oltre che l’impegno e la capacità di realizzare velocemente ed efficacemente gli impianti che ci aggiudichiamo – ha commentato Antonio Cammisecra, responsabile Enel Green Power -. Grazie ai nostri progetti e alla nostra esperienza, possiamo dare un netto impulso allo sviluppo del settore fotovoltaico brasiliano per rafforzare il ruolo sempre più significativo che l’energia solare gioca nella diversificazione del mix di generazione del paese e nel venire incontro alla sua crescente domanda di energia”.

L’investimento di Enel per la costruzione di Nova Olinda, pari a circa 300 milioni di dollari USA, rientra nell’ambito degli investimenti previsti dall'attuale Piano strategico della società ed è finanziato con risorse proprie e un finanziamento a lungo termine erogato dal Banco do Nordeste (“BNB”). Nova Olinda (292 MW) è composto da quasi 930mila pannelli solari su un'area di 690 ettari in una regione semiarida, e a regime sarà in grado di produrre oltre 600 GWh l'anno, pari al consumo annuo di circa 300mila famiglie brasiliane, evitando l’emissione in atmosfera di circa 350mila tonnellate di CO2. La costruzione di Ituverava (254 MW) ha richiesto un investimento di circa 400 milioni di dollari USA, in linea con l'attuale piano strategico del Gruppo. Ituverava è finanziato con risorse proprie oltre che attraverso un finanziamento a lungo termine erogato da Bank of China e Santander, con il supporto della China Export & Credit Insurance Corporation (Sinosure) e garanzia di Enel. L'impianto è composto da circa 850mila pannelli su un'area di 579 ettari, e una volta pienamente operativo sarà in grado di produrre oltre 550 GWh, pari ai consumi annuali di oltre 268mila famiglie brasiliane ed evitando l’emissione in atmosfera di oltre 318mila tonnellate di CO2. La produzione di entrambi i parchi solari verrà commercializzata nell’ambito di un accordo di fornitura energetica ventennale (PPA) con la Câmara de Comercialización da Energia Elétrica (CCEE).

In linea con il modello di creazione di valore condiviso (CSV) adottato dal Gruppo Enel per conciliare lo sviluppo del business e le esigenze delle comunità locali, EGPB ha realizzato iniziative nelle aree attigue agli impianti per promuovere la generazione di reddito, fra cui workshop di riciclaggio creativo per la produzione di mobili con materiali di costruzione, come i pallet. In Brasile, il Gruppo Enel attraverso le controllate EGPB e Enel Brasil può contare su una capacità rinnovabile installata totale di circa 2.276 MW, di cui 670 MW da fonte eolica, 716 MW da fotovoltaico solare e 890 MW da idroelettrico, oltre a quasi 275 MW di capacità attualmente in costruzione, di cui 172 MW eolico e 103 MW solare.