Il Messico torna a tremare a causa di un terremoto. Alle 13:14 locali, le 20:14 in Italia, una scossa di magnitudo 7,1 – secondo le stime dell’US Geological Survey - ha colpito a 51 chilometri di profondità la zona a sud-sudovest di Puebla, nell’omonimo stato, e a est-nordest di San Juan Raboso. Il terremoto è stato fortemente avvertito anche nella capitale, Città del Messico, dove gli abitanti si sono riversati nelle strade. Città del Messico, 20 milioni di abitanti, dista solo 121 chilometri dall’epicentro. Sul web hanno cominciato subito a circolare immagini di crolli e danni di vario genere agli edifici. Sono 42 i morti finora accertati. Il nuovo sisma ha colpito il Messico nel 32esimo anniversario del terremoto che devastò lo Stato centroamericano nel 1985e a soli 12 giorni di distanza dalla scossa - magnitudo 8,2 – che ha colpito il Sud del Messico, causando 98 morti.