La Banca Centrale dell'Uruguay (BCU) ha un piano per esplorare la creazione di moneta digitale. Lo ha annunciato il suo direttore Mario Bergara durante l'incontro "Il futuro del denaro e dei sistemi finanziari", in cui si è discusso sulle sfide e sulle opportunità offerte dalle nuove piattaforme. All'evento hanno partecipato banchieri, dirigenti dell'alta finanza ed esperti informatici. "Siamo abbastanza vicini a lanciare da BCU un programma pilota per un numero limitato di utenti in valuta digitale - ha spiegato -. E' un esperimento nella trasformazione delle fatture fisiche in elettroniche". A proposito, ha spiegato che le persone "invece di trasportare un portafoglio di cuoio con valuta di carta, caricheranno la valuta elettronica sui loro telefoni cellulari". Comunque ha avvertito che gli smartphones non saranno usati "per ordinare trasferimenti di denaro". Ma "per ricevere bollette e fatture, che potranno girare ad altri utenti". Il piano, peraltro, è già in fase avanzata. "L'Uruguay è molto all'avanguardia nello sviluppo digitale della moneta. Restano da definire solo i dettagli logistici e tecnologici - ha aggiunto Bergara -. Sarà un processo di test ed errori, di successi e fallimenti. Ma prima o poi sarà attuato". La valuta digitale "deve avere la stessa solidità della moneta normale".