Il tasso di approvazione del presidente brasiliano Michel Temer ha raggiunto un record al ribasso del 3%, secondo un sondaggio dell'Istituto nazionale di opinione pubblica e statistica (Ibope). Nella rilevazione, il 3% del campione intervistato ha definito "buono" o "molto buono" l'operato del governo di Temer, mentre il 77% lo considera "cattivo" o "molto cattivo". Per il 16% è stato "medio", mentre il resto non ha avuto un'opinione sulla questione. Il sondaggio ha un margine di errore di 2 punti percentuali. In una precedente rilevazione Ibope a luglio, il tasso di approvazione del presidente era del 5%. Nessun capo dello stato in Brasile ha mai avuto un rating così basso negli ultimi 30 anni. L'ultima indagine statistica è stata tenuta dal 15 al 20 settembre, su un campione di 2.000 partecipanti provenienti da 126 città del paese latino americano. Con una percentuale di disapprovazione del 77%, Temer è più impopolare del suo predecessore, Dilma Rousseff, nel periodo immediatamente prima del suo impeachment. Inoltre, mentre la ex capo dello stato è rimasta in carica per sei anni, l'attuale presidente lo è da circa un anno.