Da venerdì 6 a domenica 8 ottobre Orvieto diventerà la capitale del gioco grazie al "Festival nazionale del gioco e delle tradizioni", organizzato dall’Uisp Umbria con il Comitato Orvieto Medio Tevere e la Struttura di attività giochi Uisp. Nei giorni del Festival la città di Orvieto sarà pacificamente invasa da bambini e adulti che girando per le piazze, le strade e i vicoli avranno l’opportunità di provare tanti giochi diversi, da fare da soli, in coppia o a squadre: dai più noti scacchi o biliardino, fino ai carrioli, il gruviera o damigiana. I giochi saranno di abilità, da tavolo e di movimento e si svolgeranno per tutte e tre le giornate del festival, lungo l'intero arco della giornata. Oltre al gioco praticato la tre giorni ha in programma anche due momenti di riflessione e confronto: oggi il palazzo del Capitano del popolo ospiterà il convegno “L’azzardo non è un gioco”, cui prenderanno, parte tra gli altri, il sottosegretario Pierpaolo Baretta e Tiziano Pesce, vicepresidente nazionale Uisp. "La felicità in gioco. Una sfida per gli amministratori” è, invece, il titolo del convegno di domani, che inizierà alle 17 nella sala consiliare del Comune di Orvieto.