Nell’ambito di controlli predisposti dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari, i militari della Stazione Navale di Bari hanno effettuato un sequestro di marijuana a bordo di un peschereccio ormeggiato nel porto di Bisceglie. In particolare, nel tardo pomeriggio di martedì scorso, i finanzieri, durante gli ordinari e programmati controlli finalizzati a verificare il corretto impiego degli idrocarburi utilizzati dai pescherecci che beneficiano di particolari agevolazioni fiscali, previsti dalle normative vigenti nel settore della pesca, hanno sottoposto a controllo diverse imbarcazioni. Durante le previste operazioni di verifica e controlli documentali, i militari hanno rinvenuto alcuni involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana all’interno di uno dei pescherecci visitati. Nei confronti dei cinque membri dell’equipaggio, tutti cittadini italiani residenti in Bisceglie e Molfetta, sono state eseguite perquisizioni personali e domiciliari presso le relative abitazioni e la sede della società armatrice a Bisceglie.

Al termine delle attività di polizia, sono stati sottoposti a sequestro il peschereccio, un furgone, 112,5 kg. di marijuana, 8.285 euro in contanti 4 bilancini elettronici di precisione, 3 coltelli e 44 cartucce calibro 32. I cinque membri dell’equipaggio nella flagranza del reato di cui all’art. 73 D.P.R. 309/1990 (Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope) sono stati tratti in arresto e associati alla Casa Circondariale di Trani a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Dall’inizio dell’anno 2017, sono circa 30 le tonnellate di marijuana trasportata via mare sequestrate, 38 gli scafisti arrestati e 23 i natanti sottratti alle organizzazioni criminali dalla Guardia di Finanza in Puglia; nell’intero anno 2016, sempre dalle Fiamme Gialle pugliesi, ne avevano sequestrate circa 22 tonnellate.