ll Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale ha riconosciuto alle scuole italiane paritarie all’estero, una somma pari a complessivi 1.250.111 euro. Lo ha rivelato il viceministro degli Esteri, Mario Giro rispondendo ad un’interrogazione presentata alla Camera dando conto dei criteri e dei parametri per l’assegnazione dei contributi dettati dal decreto direttoriale n. 3204 del 19 aprile 2016. Che stabilisce che i contributi vengano erogati, per ogni esercizio finanziario, sulla base della documentazione annualmente inviata al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale per il tramite della rappresentanza diplomatico-consolare competente con visto di regolarità. In Argentina il Ministero nel 2016 ha assegnato a favore di quattro di esse un contributo complessivo pari a 220.962 euro (‘Cristoforo Colombo’ e ‘Edmondo De Amicis’ di Buenos Aires, ‘Centro Culturale Italiano Scuole Alessandro Manzoni’ di Olivos-Villa Adelina, ‘Istituto di Cultura Italica’ di La Plata).

"La scuola ‘Dante Alighieri’ di Cordoba – ha sottolineato Giro - non ha ricevuto il contributo richiesto “in quanto ha allegato alla domanda un bilancio consuntivo 2015 privo del regolare visto di conformità. Il competente consolato generale attesta di non avere potuto apporre tale visto in quanto, in sede di controllo amministrativo-contabile, ha più volte chiesto all’ente gestore della scuola elementi informativi e documentali che chiarissero alcune spese. non pertinenti alle attività didattiche, senza ottenere risposte adeguate. Qualora venga chiarita e regolarizzata la questione contabile, previo parere favorevole del consolato generale, la scuola potrà accedere al contributo di questo Ministero per il corrente esercizio finanziario”.