Enel ha perfezionato in data odierna l’accordo per la vendita del 10% del produttore di carbone indonesiano PT Bayan Resources Tbk (“Bayan”), attualmente di proprietà di Enel Investment Holding B.V., una controllata di Enel al 100%, all’imprenditore Dato’ Low Tuck Kwong, azionista di controllo di Bayan, a fronte di un corrispettivo di 85 milioni di dollari USA, interamente in contanti. Lo annuncia una nota del Gruppo.

“La cessione della quota di minoranza in Bayan è perfettamente in linea con la nostra strategia di rotazione degli asset oltre che con i nostri piani per una completa decarbonizzazione del mix di generazione entro il 2050”, ha commentato Francesco Starace, AD e direttore generale del Gruppo Enel. “Confermiamo al tempo stesso il nostro interesse per l’Indonesia, una terra ricca di risorse rinnovabili, dove siamo impegnati in attività di prospezione geotermica e dove stiamo inoltre valutando opportunità in altri progetti nell’ambito delle energie rinnovabili”.

Nell’agosto 2008 Enel ha acquistato una quota del 10% di Bayan durante l'Offerta Pubblica Iniziale (IPO) che ha preceduto la quotazione del produttore di carbone indonesiano sulla Borsa di Giacarta. L'operazione fa parte dell’obiettivo di rotazione degli asset di 8 miliardi di euro rolling previsto dalla strategia di gestione attiva del portafoglio di Enel. In linea con questa strategia, i proventi derivanti dalla vendita saranno destinati al finanziamento della crescita in settori strategici quali reti, rinnovabili e acquisto di partecipazioni di minoranza.

Dal 2015 ad oggi, il Gruppo Enel ha venduto asset per un valore aggregato totale di circa 5 miliardi di euro. Bayan è un produttore integrato di carbone indonesiano. I principali azionisti della società quotata sono l’imprenditore Dato' Low Tuck Kwong, la cui quota del 51,6% salirà al 61,6% dopo l’acquisto della partecipazione di Enel, la utility Korea Electric Power (20,0%) e altri azionisti fondatori (circa il 9%). Bayan è impegnata nelle attività di estrazione in miniere a cielo aperto di diverse qualità di carbone, principalmente nel Kalimantan orientale e meridionale dell’Indonesia e opera anche attraverso le sue controllate in diversi settori, tra cui la gestione dei servizi portuali, il caricamento e trasporto del carbone su chiatte, servizi da fornitore e di noleggio di attrezzature pesanti.

In Indonesia, la divisione per le rinnovabili di Enel, Enel Green Power, è attualmente impegnata nell’esplorazione di risorse geotermiche, in consorzio con la società indonesiana PT Optima Nusantara Energi (PT ONE), e nella costruzione della centrale di Way Ratai (55 MW) nella zona di Way Ratai, provincia di Lampung, dopo l’aggiudicazione con gara pubblica del 2016. Nello stesso anno il Gruppo Enel ha inoltre firmato un memorandum d’intesa con la utility indonesiana PT PLN Persero per valutare potenziali opportunità di sviluppo relative a impianti di generazione sostenibile nel paese.