“La Festa di Roma giunge alla dodicesima edizione in un anno molto importante per il settore cinematografico e audiovisivo, in cui sono stati varati i decreti attuativi della nuova legge cinema approvata alla fine del 2016”, sotto il buon auspicio del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini prende il via dal 26 ottobre al 5 novembre la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, “un appuntamento culturale di grande prestigio” e “una grande occasione di comunione sociale, dove tutta la città è coinvolta in una grande festa di popolo” per la sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi; una grande vetrina per quella che il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti considera “l’orgoglio di essere sempre di più terra dell’audiovisivo”. “Durante queste giornate – spiega Zingaretti -, abbiamo la possibilità di scoprire tanti film di qualità, incontrare registi, attori, sguardi sul mondo e, insieme, abbiamo l’opportunità di mostrare a una platea internazionale la forza di Roma e del Lazio in un settore che consideriamo vitale: imprese, idee, talenti e tante misure concrete che possono contribuire a far crescere ancora la dimensione e la qualità del nostro cinema”. “Con questa edizione sarà il terzo anno che ho il privilegio di rivestire il ruolo di Direttore Artistico della Festa del Cinema di Roma – afferma il confermato timoniere fino al 2020 della kermesse romana Antonio Monda -. Quest’anno la struttura rimarrà invariata: un’unica Selezione Ufficiale senza concorso tranne quello del pubblico, gli Incontri Ravvicinati, una Retrospettiva, i Restauri e gli Omaggi. Voglio aggiungere anche un’idea che ha raccolto molto successo: i Film della nostra vita, attraverso la quale ogni selezionatore sceglie l’opera che predilige di un particolare genere. Quest’anno è la volta del musical, e di questo stesso, meraviglioso genere, saranno anche proiettate sequenze prima di ogni film della Festa”.

La Selezione Ufficiale della Festa del Cinema ospita 39 film, con l’obiettivo di offrire qualità ed eccellenza in tutte le espressioni cinematografiche: nel cinema indipendente, nella produzione di genere, nell’opera di autori affermati, in quella di registi emergenti, nella ricerca e nella sperimentazione, nel cinema di dichiarata vocazione spettacolare, nell’animazione, nella visual art e nei documentari. Un ruolo importante sarà anche quest’anno svolto dagli Incontri Ravvicinati con autori, attori e protagonisti della cultura italiana e internazionale, dalla Retrospettiva, dai Restauri e dagli Omaggi. Si svolgerà all’Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale. La struttura firmata da Renzo Piano sarà il fulcro della manifestazione e ospiterà proiezioni, incontri, eventi, mostre, installazioni, convegni e dibattiti. I 1300 mq del viale che conduce alla Cavea saranno trasformati in uno dei più grandi red carpet al mondo. Il pubblico avrà a disposizione numerose sale: da quelle presso il Parco della Musica (Sinopoli, Petrassi, Teatro Studio Gianni Borgna, Studio 2, Studio 3, AuditoriumArte, 3 e Google Cinema Hall) all’Auditorium del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, dalla Casa del Cinema al Cinema Trevi, dal My Cityplex Europa a Rebibbia Nuovo Complesso e Rebibbia Femminile, dal Policlinico Universitario Agostino Gemelli al Teatro Palladium, da via Condotti a via Frezza fino al Teatro di Tor Bella Monaca. Accanto all’Auditorium Parco della Musica sorgerà il Villaggio del Cinema, costituito da padiglioni e stand in acciaio, vetro e legno, appositamente realizzati per la manifestazione e i suoi visitatori. Prosegue nel 2017 l’impegno per il sociale con Telethon, Amref, #everychildismychild. Da diversi anni la Fondazione Cinema per Roma è impegnata per consentire a spettatori con disabilità sensoriali la fruizione delle proiezioni della Festa del Cinema di Roma. Già dal 2010 alcune delle repliche di film italiani hanno avuto audiodescrizione per le persone cieche e ipovedenti e specifici sottotitoli per le persone sorde e ipoudenti. A partire da questa edizione verranno offerte proiezioni con adattamento ambientale per le persone con disabilità cognitiva, in particolare nello spettro autistico.

La dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma celebra la grazia e l’eleganza di una delle interpreti più amate di tutti i tempi, Audrey Hepburn, con uno scatto realizzato dal fotografo David Seymour durante le riprese del film Funny Face (1957). La Festa del Cinema rende così omaggio alla pellicola firmata dal premio Oscar onorario Stanley Donen, che festeggia nel 2017 il sessantesimo anniversario dall’uscita in sala, e a un genere, quello del musical, che attraverserà quest’anno l’intera manifestazione: i titoli che andranno a comporre il programma della rassegna “I film della nostra vita” saranno infatti scelti in quest’ambito. Inoltre, prima di ogni proiezione, gli spettatori potranno assistere a brevi pillole dei musical più celebri ed evocativi. Gli spettatori saranno protagonisti della dodicesima edizione della Festa del Cinema assegnando il Premio del pubblico BNL, in collaborazione con il Main Partner della Festa, BNL Gruppo BNP Paribas. Utilizzando myCicero, con l’app ufficiale della Festa del Cinema, RomeFilmFest, realizzata da Pluservice, e attraverso il sito www.romacinemafest.org, sarà possibile esprimere il proprio voto sui film in programma. 31 i Paesi partecipanti al Festival: Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Georgia, Giappone, India, Indonesia, Irlanda, Italia, Libano, Lussemburgo, Messico, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Dominicana, Russia, Slovacchia, Spagna, Stati Uniti, Svezia. I film della Selezione ufficiale sono: ABRACADABRA di Pablo Berger, Spagna, Francia, Belgio, 2017, 96’; LOS ADIOSES | THE ETERNAL FEMININE, di Natalia Beristain, Messico, 2017, 85’; IN BLUE di Jaap van Heusden, Paesi Bassi, 2017, 102’; BORG MCENROE di Janus Metz, Svezia, Danimarca, Finlandia, 2017, 100’ (Cast: Sverrir Gudnason, Shia LaBeouf, Stellan Skarsgård, Tuva Novotny, Ian Blackman, Robert Emms, Scott Arthur); CABROS DE MIERDA | THE YOUNG SHEPHERD di Gonzalo Justiniano, Cile, 2017, 118’ (Cast: Nathalia Aragonese, Daniel Contesse, Elías Collado, Corina Posada de Gregorio, Luis Dubbó, Nicolás Rojas, Sara Becker Rodríguez); C'EST LA VIE! (LE SENS DE LA FÊTE) | C'EST LA VIE! – PRENDILA COME VIENE di Eric Toledano, Olivier Nakache, Francia, 2017, 117’ (Cast: Jean-Pierre Bacri, Gilles Lellouche, Jean-Paul Rouve, Vincent Macaigne, Alban Ivanov, Eye Haidara, Suzanne Clément, Hélène Vincent, Benjamin Lavernhe); CUERNAVACA di Alejandro Andrade Pease, Messico, 2017, 90’ (Cast: Carmen Maura, Emilio Puente, Moisés Arizmendi, Mariana Gajá, Diego Álvarez García, Dulce Domínguez, Aranza Beltrán); DETROIT di Kathryn Bigelow, Stati Uniti, 2017, 142’ (Cast: John Boyega, Will Poulter, Anthony Mackie, Hannah Murray, Jack Reynor); FERRARI: RACE TO IMMORTALITY | FERRARI: UN MITO IMMORTALE di Daryl Goodrich, Regno Unito, 2017, 91’ | Doc |; O FILME DA MINHA VIDA | THE MOVIE OF MY LIFE di Selton Mello, Brasile, 2017, 113’ (Cast: Johnny Massaro, Vincent Cassel, Bruna Linzmeyer, Selton Mello, Ondina Clais, Bia Arantes, Martha Nowill, Rolando Boldrin, João Pedro Prates); HIKARI | AND THEN THERE WAS LIGHT di Tatsushi Omori, Giappone, 2017, 138’; FILM DI APERTURA HOSTILES di Scott Cooper, Stati Uniti, 2017, 127’ (Cast: Christian Bale, Rosamund Pike, Wes Studi, Jesse Plemons, Adam Beach, Rory Cochrane, Ben Foster); THE HUNGRY di Bornila Chatterjee, India, Regno Unito, 2017, 100’ (Cast: Naseeruddin Shah, Tisca Chopra, Neeraj Kabi, Arjun Gupta, Sayani, Antonio Aakeel, Suraj Sharma); I, TONYA di Craig Gillespie, Stati Uniti, 2017, 121’ (Cast: Margot Robbie, Sebastian Stan, Julianne Nicholson, Paul Walter Hauser, Bobby Cannavale, Allison Janney); KANOJO GA SONO NA WO SHIRANAI TORITACHI | BIRDS WITHOUT NAMES di Kazuya Shiraishi, Giappone, 2017, 123’ (Cast: Yu Aoi, Sadawo Abe, Tori Matsuzaka, Eri Murakawa, Masaaki Akahori, Muck Akazawa, Shû Nakajima, Yutaka Takenouchi); KŘIŽÁČEK | LITTLE CRUSADER di Václav Kadrnka, Repubblica Ceca, Slovacchia, Italia, 2017, 90’ (Cast: Karel Roden, Aleš Bílík, Matouš John, Jana Semerádová, Jiří Soukup, Michal Legíň, Jana Ol’hová, Ivan Krúpa, Eliška Křenková, Jan Bednář, Tomáš Bambušek); LAST FLAG FLYING di Richard Linklater, Stati Uniti, 2017, 125’ (Cast: Steve Carell, Bryan Cranston, Laurence Fishburne); LOGAN LUCKY di Steven Soderbergh, Stati Uniti, 2017, 119’ (Cast: Channing Tatum, Adam Driver, Hilary Swank, Daniel Craig, Seth MacFarlane, Riley Keough, Katie Holmes, Katherine Waterston, Dwight Yoakam, Sebastian Stan, Brian Gleeson, Jack Quaid); LOVE MEANS ZERO di Jason Kohn, Stati Uniti, 2017, 90’ | Doc |; MADEMOISELLE PARADIS di Barbara Albert, Austria, Germania, 2017, 97’ (Cast: Maria Dragus, Devid Striesow, Lukas Miko, Katja Kolm, Maresi Riegner, Johanna Orsini-Rosenberg, Stefanie Reinsperger, Susanne Wuest, Christoph Luser); MARIA BY CALLAS, IN HER OWN WORDS di Tom Volf, Francia, 2017, 95’ | Doc |; MON GARÇON | MY SON di Christian Carion, Francia, 2017, 84’ (Cast: Guillame Canet, Mélanie Laurent, Olivier De Benoist, Antoine Hamel, Mohamed Brikat, Lino Papa, Marc Robert, Pierre Langlois, Tristan Pagès, Christophe Rossignon, Pierre Desmaret); MUDBOUND di Dee Rees, Stati Uniti, 2017, 134’ (Cast: Carey Mulligan, Jason Clarke, Jason Mitchell, Mary J. Blige, Rob Morgan, Jonathan Banks, Garrett Hedlund); NADIE NOS MIRA | NOBODY'S WATCHING di Julia Solomonoff, Argentina, Colombia, Brasile, Stati Uniti, 2017, 102’ (Cast: Guillermo Pfening, Elena Roger, Rafael Ferro, Cristina Morrison, Kerry Sohn, Pascal Yen-P¬ster, Paola Baldion, Marco Antonio Caponi, Mayte Montero, Petra Costa, Mirella Pascual, Moro Anghileri, Javana Mundi); ONE OF THESE DAYS di Nadim Tabet, Libano, 2017, 80’ (Cast: Manal Issa, Yumna Marwan, Reine Salameh, Panos Aprahamian, Nicolas Cardahi, Julien Farhat, Walid Feghali); THE ONLY LIVING BOY IN NEW YORK di Marc Webb, Stati Uniti, 2017, 89’ (Cast: Kate Beckinsale, Jeff Bridges, Pierce Brosnan, Kiersey Clemons, Tate Donovan, Cynthia Nixon, Callum Turner); PRENDRE LE LARGE | CATCH THE WIND di Gaël Morel, Francia, 2017, 103’ (Cast: Sandrine Bonnaire, Mouna Fettou, Kamal El Amri, Ilian Bergala, Lubna Azabal); UNA QUESTIONE PRIVATA di Paolo Taviani, Vittorio Taviani, Italia, Francia, 2017, 84’ (Cast: Luca Marinelli, Valentina Bellè, Lorenzo Richelmy); SCOTTY AND THE SECRET HISTORY OF HOLLYWOOD di Matt Tyrnauer, Stati Uniti, 2017, 98’ | Doc |; SKYGGENES DAL | VALLEY OF SHADOWS di Jonas Matzow Gulbrandsen, Norvegia, 2017, 91’ (Cast: Adam Ekeli, Katherine Fagerland, John Olav Nilsen); STRONGER di David Gordon Green, Stati Uniti, 2017, 119’ (Cast: Jake Gyllenhaal, Tatiana Maslany, Miranda Richardson, Clancy Brown, Carlos Sanz, Frankie Shaw, Danny McCarthy, Lenny Clarke); TORMENTERO di Rubén Imaz, Messico, Colombia, Repubblica Dominicana, 2017, 80’ (Cast: José Carlos Ruiz, Gabino Rodríguez, Mónica Jiménez, Rosa Márquez, Waldo Facco, Nelly Valencia, Ausencio Valencia, Leonardo Verdejo); TOUT NOUS SÉPARE di Thierry Klifa, Francia, 2017, 98’ (Cast: Catherine Deneuve, Diane Kruger, Nekfeu, Nicolas Duvauchelle); TROUBLE NO MORE di Jennifer Lebeau, Stati Uniti, 2017, 59’ | Doc |; LA VIDA Y NADA MÁS | LIFE & NOTHING MORE di Antonio Méndez Esparza, Spagna, Stati Uniti, 2017, 110’ (Cast: Andrew Bleechington, Regina Williams, Robert Williams, Ry'nesia Chambers); WHO WE ARE NOW di Matthew Newton, Stati Uniti, 2017, 99’ (Cast: Julianne Nicholson, Emma Roberts, Zachary Quinto, Jimmy Smits, Jess Weixler, Jason Biggs). IN COLLABORAZIONE CON ALICE NELLA CITTÀ: THE BREADWINNER di Nora Twomey, Irlanda, Canada, Lussemburgo, 2017, 93’ | Animazione |; MAZINGER Z INFINITY | MAZINGA Z INFINITY di Junji Shimizu, Giappone, 2017, 95’ | Animazione |; SATURDAY CHURCH di Damon Cardasis, Stati Uniti, 2017, 82’ (Cast: Luka Kain, Margot Bingham, Regina Taylor, Marquis Rodriguez, MJ Rodriguez, Indya Moore, Alexia Garcia, Kate Bornstein, Jaylin Fletcher).

TUTTI NE PARLANO - Uno spazio dedicato ad alcuni titoli che arrivano alla Festa del Cinema dopo un sorprendente esordio internazionale. BABYLON BERLIN di Tom Tykwer, Henk Handloegten, Achim von Borries, Germania, Episodi 1 e 2, 2x45’ | Serie TV | (Cast: Liv Lisa Fries, Volker Bruch, Peter Kurth, Leonie Benesch, Severija Janušauskaitė, Matthias Brandt, Lars Eidinger, Fritzi Haberlandt, Mišel Matičević). INSYRIATED di Philippe Van Leeuw, Belgio, Francia, Libano, 2017, 85’ (Cast: Hiam Abbass, Diamand Abou Abboud, Juliette Navis). MZEVLEBI | HOSTAGES di Rezo Gigineishvili, Georgia, Polonia, Russia, 2017, 104’ (Cast: Irakli Kvirikadze, Tina Dalakishvili, Merab Ninidze, Darejan Kharshiladze, Avtandil Makharadze). THE PARTY di Sally Potter, Regno Unito, 2017, 71’ (Cast: Patricia Clarkson, Bruno Ganz, Cherry Jones, Emily Mortimer, Cillian Murphy, Kristin Scott Thomas, Timothy Spall). UNE PRIÈRE AVANT L’AUBE | A PRAYER BEFORE DAWN di Jean-Stéphane Sauvaire, Francia, Regno Unito, 2017, 117’ (Cast: Joe Cole, Vithaya Pansringarm, Nicolas Shake). PROMISED LAND di Eugene Jarecki, Stati Uniti, Germania, 2017, 117’ | Doc |. EVENTI SPECIALI - FILM DI CHIUSURA THE PLACE di Paolo Genovese, Italia, 2017, 105’ (Cast: Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Sabrina Ferilli, Vinicio Marchioni, Silvia D'Amico, Giulia Lazzarini, Vittoria Puccini, Alba Rohrwacher, Rocco Papaleo, Alessandro Borghi, Silvio Muccino).

FRA CINEMA E MUSICA - NYSFERATU – SYMPHONY OF A CENTURY di Andrea Mastrovito, Stati Uniti, 2017, 67’ | Animazione. SCELTO DA… BERNARDO BERTOLUCCI - DA'WAH di Italo Spinelli, Indonesia, 2017, 64’. UN REGISTA SENZA TEMPO – SPIELBERG di Susan Lacy, Stati Uniti, 2017, 147’ | Doc |.

INCONTRI RAVVICINATI - PREMIO ALLA CARRIERA 2017 DAVID LYNCH - A quarant’anni dall’uscita del suo primo lungometraggio, Eraserhead, la Festa del Cinema di Roma celebra il genio di David Lynch assegnandogli il Premio alla Carriera. Regista di opere straordinarie caratterizzate da atmosfere surreali, immagini ipnotiche e una quasi totale assenza di linearità, dopo essersi dedicato alla pittura si avvicina al cinema con un corto intitolato Six Men Getting Sick (Six Times), girato nel 1966 con un budget di soli 200 dollari. Nel 1971, mentre studia all’American Film Institute Conservatory, inizia a girare Eraserhead, che uscirà nel 1977; è uno dei debutti più originali e inquietanti della storia del cinema. Nel 1980 Mel Brooks gli affida la regia di The Elephant Man, che riscuote un successo straordinario e guadagna otto nomination agli Oscar, tra cui quelle per la Miglior regia e per la Miglior sceneggiatura non originale. Il cineasta, pittore, musicista, compositore, attore, montatore, scenografo e scrittore incontrerà il pubblico della Festa del Cinema e ripercorrerà la sua straordinaria opera (oltre ai titoli già citati ricordiamo Mulholland Drive, Velluto blu, Inland Empire e la serie cult I segreti di Twin Peaks). Con gli spettatori dell’Auditorium, Lynch parlerà anche dei tre film che hanno maggiormente influenzato la sua carriera, tra i quali 8½ di Federico Fellini. Ancora Incontri ravvicinati con Xavier Dolan, Rosario Fiorello, Jake Gyllenhaal, Phil Jackson, Ian Mckellen, Nanni Moretti, Michael Nyman, Chuck Palahniuk, Gigi Proietti, Vanessa Redgrave, Christoph Waltz.