La maggior parte dei migranti rimane all’interno del continente di provenienza. Quasi 9 migranti africani su 10 rimangono nel loro continente mentre sono 8 su 10 i migranti asiatici a rimanere nei confini del loro continente. È quanto si evince dal rapporto annuale 2017 del World Food Programme, presentato oggi alla Farnesina alla presenza, tra gli altri, del ministro degli Esteri Angelino Alfano; del direttore esecutivo del Wfp, David Beasley. Le migrazioni forzate sono principalmente un problema che non riguarda le ricche economie di mercato: nove rifugiati su dieci sono ospitati in paesi a basso o medio reddito.